Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco bianco Made Italy

B00CGBMWK2

Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco)

Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco)
  • * * Questa pratica borsa a tracolla di pelle grazie una zip completa nella larghezza di circa 4 cm può essere ingrandita * *
  • Un ampio scomparto principale con chiusura lampo/chiusura magnetica dotata di scomparto interno con chiusura lampo laterali per ad es. il tuo smartphone adatto
  • 100% pelle
  • Chiusura lampo circolare per aumentare la borsa con pelle cordino decorativa Zipper | Lunghezza tracolla regolabile da ca. 64 - 126 cm, non rimovibile
  • Dimensioni approssimative: lunghezza = 24 cm X larghezza = 3 - 7 cm X altezza = 23 cm | Peso: 0,52 kg | Materiale esterno: pelle | Materiale interno: tessuto | parti metalliche: argento
Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco) Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco) Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco) Made Italy, Borsa a tracolla donna Bianco (bianco)

I quattro erano stati arrestati dalla Guardia di finanza all’uscita del ristorante «Manuelina» , a Recco (Genova), dove era stata passata la busta coi soldi. Secondo i militari delle fiamme gialle, coordinati dal procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e dal sostituto Massimo Terrile, quella mazzetta era un «acconto» di una tangente più grande per agevolare la transazione che la Securpol doveva discutere l’indomani. La società aveva un debito di 20 milioni con il Fisco. Alla cena partecipò anche il commercialista genovese Stefano Quaglia che secondo gli inquirenti era il «facilitatore» dell’operazione, e che venne solo denunciato. Per gli inquirenti, Pardini avrebbe assicurato ai tre consulenti che si sarebbe occupato della vicenda, facendo ottenere uno sconto notevole.

L’inchiesta era nata dopo il trasferimento della sede della Securpol a Genova  senza alcun apparente motivo : questo aveva portato gli investigatori anche ad usare intercettazioni telefoniche e ambientali per capire il motivo del trasferimento. Ciò ha permesso di scoprire le ragioni e il caso di corruzione. Dopo l’arresto Pardini era stato sospeso. Il pm ha chiesto il giudizio immediato per i quattro, mentre sono ancora al vaglio degli inquirenti altre transazioni di cui Pardini si era occupato. Per gli investigatori quello non sarebbe stato l’unico episodio corruttivo e per questo avevano sequestrato tutta la documentazione dai suoi uffici. Il direttore, originario di Livorno, era arrivato a Genova due anni fa.

Se immagini un percorso professionale o culturale nell'area dei beni culturali, della formazione, delle lettere, delle lingue, della storia o della filosofia, i nostri corsi di laurea e laurea magistrale realizzano e completano al meglio la tua formazione.

Il progetto professionale, lo sviluppo personale e la crescita culturale sono elementi in equilibrio armonioso che concorrono alla costruzione del tuo futuro.

Cerca attraverso i Tags

118
ACCREDITAMENTO
Amo bevande Divertimento sacchetto di iuta
AGENZIA ENTRATE
AMATRICE
AMICI SENZA FRONTIERE
AREZZO
ASCIANO
Melkco Sarina, pochette, serie in pelle Arancione Wallet Orange
ASSISI
Scarpe Converse All Star personalizzate scarpe artigianali giudizio universale
BETLEMME
BIELORUSSI
BONFANTI
Gabs franco gabbrielli BEYONCE TG S Pochette Accessori Nero Pz
CAMAIORE
CAMPANIA
CASTEL SAN GIORGIO
CENTRO BONFANTI
CENTRO STUDI